Pagina 6 - Civico Mafe


CIVICOMUSEOARCHEOLOGICO
FERRANDINA
Vai ai contenuti
VIENI A VISITARCI
Il MAFE è aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì (10:00-13:00/17:00-19:00), sabato e domenica (10:00-13:00/17:00-20:00). Gli orari per le visite guidate gratuite sono: Lun. 16:00-19:00, Mar. 10:00-13:00, Mer. 16:00-19:00, Gio. 10:00-13:00, Ven. 16:00-19:00, Sab. 10:00-13:00/17:00-20:00, Dom. 10:00-13:00/17:00-20:00, salvo imprevisti. Solamente durante gli orari delle visite guidate è possibile effettuare il MAFE VR Experience (si consiglia per sicurezza, in ogni caso, di prenotare il MAFE VR Experience inviando una email a prenotazioni@civicomafe.it).
Per qualsiasi info scrivere a: info@civicomafe.it
www.civicomafe.it
“Museo Civico Archeologico di Ferrandina” (MAFE)
Ex convento di San Domenico
Calata San Domenico, Ferrandina (MT)
Italia
(inserire MAPPA GOOGLE)
PRENOTA LA TUA VISITA
(inserire modulo prenotazione)



FERRANDINA
Il centro storico di Ferrandina, di fondazione aragonese, è un chiaro esempio di urbanistica rinascimentale basata su criteri prospettici e regolarizzazione articolata degli edifici. Esso è contrassegnato da un’omogeneità architettonica legata all’impianto urbano a terrazzamenti, organizzato per strade parallele e rettilinee, in cui si registrano delle disomogeneità urbanistiche connesse ai monumentali palazzi nobiliari (ad es. Palazzo d’Amato Cantorio, Palazzo Scorpione, Palazzo Mastromattei) e agli imponenti complessi monastici e religiosi costruiti a partire dalla fine del XV secolo (ad es. Chiesa di Santa Maria della Croce, Monastero di Santa Chiara, Convento di San Domenico) che si distaccano dalla tipica abitazione (domus subtana e suprana) appartenente all’edilizia minore.
Il territorio circostante, molto vasto e tra i più estesi dei centri della Basilicata, offre una moltitudine di paesaggi diversi che si alternano nel raggio di pochi chilometri, come i calanchi, a valle del paese, e un fitto ed esteso bosco, a nord di Ferrandina. Al paesaggio naturale si affianca quello antropico e storico rappresentato, ad esempio, dagli affascinanti ruderi del castello di Uggiano, da masserie fortificate (ad es. masseria San Nicola, Trifoglio), casini (ad es. Casino Bitonto, Casino Caputi) e cappelle extra moenia (ad es. Madonna dei Mali, Santa Maria della Consolazione) di indubbia bellezza e testimoni secolari di una vita rurale che ha da sempre contraddistinto l’antico centro aragonese e costituito la base della sua economia.
SOSTIENICI
Sostenere e proteggere il patrimonio culturale di Ferrandina vuol dire contribuire nel preservare le tracce millenarie per trasmetterle alle future generazioni. Ogni contributo, seppur minimo, è importante perché concorre a conservare una ricchezza che appartiene a tutti, non solo alla città ma all’Italia e al Mondo.
Ci sono diverse modalità per sostenere il MAFE, per informazioni scrivere a: info@civicomafe.it .
SEGUICI
Inserire link FB https://www.facebook.com/MuseoMafe
CONTATTI
Per qualsiasi info scrivere a: info@civicomafe.it
Torna ai contenuti